Condividi su:

Il Premio Papersera

Il Premio Papersera nasce nel 2006 tra pochi amici, frequentatori del sito, che si fanno in quattro, privi di esperienza ma ricchi di entusiasmo, per organizzare un’occasione di festa e di incontro con uno degli autori Disney che ha sempre messo tutti d’accordo con la sua bravura: Luciano Bottaro!

Ma cos’è esattamente il Premio Papersera?
Ufficialmente è nato per celebrare quegli autori che nel corso della loro carriera, per i più svariati motivi, non sono stati celebrati adeguatamente dalla critica ufficiale, non hanno ricevuto onori e consenso tali da consentir loro la ribalta che pure avrebbero meritato. Paradigmatico il caso dei fratelli Barosso: il nome corretto del minore è Giampaolo, e non Gian Paolo come riportato sino a quel momento su tutte le fonti, Topolino compreso.
Questo senza tralasciare anche l’aspetto “sentimentale”: specialmente nelle prime edizioni del premio, abbiamo avuto la possibilità di conoscere di persona autori che – specialmente per chi ha qualche anno in più – sono stati dei veri e propri “miti”, e riuscire a trasmettere loro una parte dell’affetto che come noi molti altri ammiratori hanno nei loro confronti è stata un’esperienza decisamente gratificante!

E in cosa consiste il premio?
Tipicamente ogni anno vengono assegnati due premi: uno ad uno sceneggiatore ed uno ad un disegnatore. Il primo, più incline alla scrittura, e quindi alla lettura, riceve un volume dove vengono racolti saggi, articoli, omaggi disegnati e approfondimenti sul suo lavoro redatti dagli appassionati frequentatori del forum (tutti i libri delle passate edizioni sono reperibili nella biblioteca del Papersera); il secondo, più incline alle arti figurative, riceve invece una statuetta raffigurante un personaggio a lui particolarmente caro.
Nel corso degli anni ci sono state eccezioni a questa regola, come nel 2010 con l’inversione libro-statuetta, o nel 2011 con il premio “fuori serie” a Giorgio Rebuffi.